NUX VOMICA

Tempo di lettura: 3 minuti

Il tipico paziente Nux Vomica è prontamente riconosciuto da quasi tutti gli omeopati e infatti è uno dei rimedi più comunemente prescritti.

Lavoro. Il popolare concetto di “personalità di tipo A” descrive molto bene il tipico paziente Nux Vomica. Il paziente Nux Vomica è impaziente, competitivo ed ambizioso. L’interesse principale della sua vita è per il lavoro ed il successo. E sicuro ed anche arrogante. Il paziente è compulsivo nel suo lavoro e in tutti gli aspetti della sua vita, sino al punto della pignoleria nel pulire e mettere in ordine la propria casa o l’ufficio.

Rabbia. Persone con questo tipo di interessi predominanti spesso hanno personalità fortemente aggressive e questo è molto caratteristico del paziente Nux Vomica. Il paziente può essere irritabile, all’inizio solo sporadicamente, ma appena diventa più patologico l’irritabilità diventa rabbia, poi furia, poi violenza franca. Nel caso più comune, comunque, il paziente è irritabile principalmente a causa di ostacoli alle proprie ambizioni. Diventa infuriato per la lentezza e l’inefficienza dei suoi collaboratori, delle cameriere, delle cassiere, etc. Persino un oggetto inanimato può far arrabbiare il paziente: può strapparsi la camicia se i bottoni non si slacciano facilmente; rompe il telefono se trova la linea occupata quando deve fare una chiamata importante. Può avere rabbia non risolta che dura da molto tempo, verso i suoi genitori o altri. Negli stadi avanzati, il paziente sviluppa sempre più modelli di comportamento violento che possono sfociare in comportamento criminale.

Competizione. In quasi tutti gli aspetti della sua vita il paziente Nux Vomica è competitivo. Quando gioca a carte deve vincere; quando corre deve correre più veloce degli altri; quando guida, non può sopportare l’idea che la persona nella corsia a fianco possa superarlo, così cambia corsia in modo da essere sempre in quella più veloce anche se ciò lo costringe a tagliare la strada ad un’altra automobile. Vuole provare ogni cosa e non è eccessivamente cauto riguardo alle cose che può trovarsi ad esplorare. Qualsiasi tipo di stimolante caffè, alcol, amfetamine, anche cocaina, attrarrà questo paziente. Può anche essere edonista in campo sessuale. Il paziente Nux Vomica ha paura ed evita il matrimonio, non per la paura delle responsabilità come in Lycopodium, ma per la paura di perdere la libertà o la paura di essere umiliato nel matrimonio.

Collasso. E facile capire che il paziente descritto può essere soggetto a stati di collasso a causa di super-lavoro o abuso di sostanze o per vizi ed eccessi. Nux Vomica è uno dei rimedi migliori per pazienti in stati di collasso, non solo per il collasso in sé ma per aiutarli ad essere più moderati nel proprio comportamento nel futuro.

Fisico. Sul piano fisico, la patologia di Nux Vomica si focalizza in gran parte nel tratto gastrointestinale. Poiché molti dei sintomi di Nux Vomica sono in relazione con il suo alto contenuto di stricnina, non dovrebbe sorprendere che spasmi e crampi siano molto prominenti. Inoltre il sistema nervoso è spesso disturbato.

Bambini. Il bambino Nux Vomica è irritabile e spesso colpito da problemi gastrointestinali come coliche o colite. In età scolare, il bambino è estremamente competitivo riguardo ai voti e nello sport. Non è assolutamente capace di perdere. I genitori possono riferire che il bambino in nessun modo ammette di avere sbagliato o di avere commesso un errore. La gelosia verso gli altri fratelli o verso compagni di scuola più dotati è spesso un problema. Nell’adolescenza il bambino può sviluppare fortemente sentimenti di rancore verso i suoi genitori, specialmente quello dello stesso sesso. In questi casi può essere sorprendente vedere con quanta maleducazione questo bambino possa parlare con i propri genitori. Questi bambini sono molto coinvolti riguardo alla lealtà verso se stessi e gli altri e possono apparire molto idealisti. Molti bambini Nux Vomica mostrano forti paure, specialmente paura del buio.

Tratto da: Manuale Guida ai Sintomi Chiave e di Conferma – Roger Morrison- Trad.
Bruno Galeazzi – Bruno Galeazzi Editore

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.