Dr.ssa Luisella Zanino

Il mal di pancia del bambino

Tempo di lettura: 4 minuti

Il “colon irritabile”  resta il disturbo funzionale da stress più diffuso in generale e in questo periodo in particolare. Colpisce soprattutto le bambine ma anche i maschietti e addirittura    i lattanti con genitori stressati. Si tratta di un fenomeno funzionale, senza lesioni d’organo ma con sintomi  molto fastidiosi , talora addirittura invalidanti, in grado di regredire completamente riequilibrando l’organismo e la sua capacità ( troppo spesso dimenticata) di autoguarigione

il quadro clinico è caratterizzato da dolori addominali  acuti e spasmodici in tutti i quadranti, addome  teso e talora espanso, diarrea alternata a stipsi.

Spesso il  colon irritabile viene confuso con  l’appendicite  acuta o subacuta! In realtà la diagnosi differenziale è  molto facile perché  gli esami diagnostici sono sempre tutti  normali.

Le terapie per il mal di pancia dei bambini

  1.  La psicoterapia  – L’intervento principale e indispensabile resta la gestione del disagio psicologico e delle cause di stress un approfondimento in questo su stress e disagio familiare puoi trovarlo qui, avvalendosi di un aiuto psicoterapeutico.  Il profilo psicologico sia nell’adulto sia nel bambino  resta molto variabile : meticoloso, ossessivo, depresso, ipocondriaco con tendenza a enfatizzare i sintomi e molto altro ancora. Tutti i portatori di colon irritabile presentano comunque la tendenza a somatizzare le situazioni emotive. Un corretto stile di vita aiuta riduce il mal di pancia. Fondamentale, in associazione alla psicoterapia, modificare le abitudini di vita: dieta sana ed equilibrata, adeguata assunzione di liquidi e di fibre alimentari, attività fisica.
  2. Alimentazione –  La colite è aggravata o innescata da  alimenti molto diversi nei diversi individui: le indicazioni generiche  servono molto poco. in generale, gli alimenti da consumare con attenzione e che più spesso  sembrano in causa nello scatenare i sintomi sono il latte, i formaggi stagionati, gli insaccati, i cibi grassi, i piatti elaborati, la frutta secca, alcuni tipi di frutta fermentativa, la verdura troppo ricca di fibre insolubili. Anche  le bevande gasate o contenenti caffeina possono peggiorare i sintomi.
  3. Farmaci – I farmaci antispastici, antidiarroici  possono causare assuefazione e non risolvono il problema sulla distanza.

La via dell’Omeopatica

La terapia omeopatica dovrebbe essere considerata la prima scelta in questa patologia. E’ possibile che regredisca completamente con una terapia non violenta e correttamente individuata, capace di agire sul temperamento del bambino.

La corretta terapia omeopatica prevede non solo l’uso di medicinali  per i sintomi acuti della colite, ma soprattutto è imprescindibile  da un inquadramento del soggetto in base alle sue caratteristiche temperamentali  ed emotive che permettano di individuare il medicinale più simile al malato: in Omeopatia si cura il malato, non la malattia.

Qui alcuni  rimedi  utili, suddivisi in base al carattere predominante.

  • Il bambino irritabile

CHAMOMILLA

Ipersensibilità al dolore sia fisico che psichico e  forte irritabilità con aspetti di collera e capriccio. Soglia del dolore molto bassa. Spesso si tratta di lattanti. Spasmi sia a livello respiratorio (faringite e bronchite) che a livello digestivo (dispepsia e dolori spasmodici). Feci diarroiche e verdastre, se lattanti con  diarrea durante l’eruzione dentaria. Gastralgie con difficoltà respiratoria.

NUX VOMICA

Il bambino Nux vomica è spesso maschio, bruni, magri, freddolosi, nervosi, irritabili e collerici. Si manifestano come intolleranti con tutti, stressati, irascibili e con grande considerazione di sé. E’ spesso forte in loro il desiderio e abuso di cibi grassi e poco sani. I disturbi intestinali  sono spesso dovuti ad ambizioni deluse o dopo collera. Utile in tutte le sindromi digestive  caratterizzate da spasmi inefficaci. Può soffrire di nausee violente quasi mai seguite da vomito,  spasmi intestinali, stipsi con desiderio di evacuare ma impossibilità a farlo, facilità a congestioni gastriche da colpo di freddo. Tipico di Nux vomica è il colon irritabile con violenti  crampi e la stitichezza con sensazione di non aver svuotato completamente l’ampolla rettale.

SEPIA

il  bambino Sepia ha  temperamento difficile, con fasi di indifferenza, tristezza, ricerca di solitudine e rifiuto del conforto, alternata a momenti di  estrema irritabilità e aggressività, avversione per la famiglia, la scuola, gli amici.

Ha spesso nausea con iperosmia: non sopporta l’odore dei cibi e descrive la sensazione che stomaco e intestino siano pesanti… sensazione che  migliora mangiando. Desiderio di aceto, cibi acidi. Diarrea dopo aver bevuto latte.

  • Il bambino “lamentoso”

CARBO VEGETABILIS

Di solito sono bambini malinconici, piagnucolosi, lenti e pigri.

Grande distensione meteorica della parte bassa dell’addome, peggiorata dopo i pasti. Alitosi, eruttazioni rancide, flatulenze fetide.  Crampi addominali irradiati al torace, migliorati piegandosi in due e peggiorati se distesi.

IGNATIA

Sono bambini afflitti da pene segrete, facili al pianto, disturbi “paradossali”: sensazione di vuoto allo stomaco peggiorata mangiando, sensazione di groppo in gola con  difficoltà a deglutire i cibi liquidi ma non i solidi, facilità a digerire alimenti pesanti ma non quelli più digeribili, sensazione di “ fame d’aria” migliorata da forti inspirazioni. Stipsi durante i viaggi in auto.  Diarrea emotiva.

NATRUM MURIATICUM

Il bambino Muriaticum è triste, introverso, raramente esterna i suoi sentimenti, piange e si irrita se consolato, è permaloso, rimugina sui torti subiti con persistenza. E’ molto sensibile agli spaventi, alla rabbia, a dispiaceri, preoccupazioni e offese. Soffre molto di disturbi digestivi con eruttazioni acide dopo i pasti, causate da alimenti grassi o latte. Soffre di dolori addominali con nausea e vomito, dolori gastrici pungenti e opprimenti. Ha avversione per il pane, un forte desiderio di sale e presenta un progressivo calo di peso nonostante conservi il suo appetito.

  • Il bambino pauroso

ARSENICUM ALBUM

Il bambino Arsenicum soffre di costante ansia da anticipazione, ha paura di tutto fino alla disperazione, somatizza fobie di ogni tipo. A livello addominale manifesta dolori brucianti, soprattutto notturni fra l’una e le tre di notte, associati a estrema paura della morte. Manifesta irrequietezza motoria associata ad estrema debolezza. E’ un bambino parsimonioso, ordinato, pedante, egocentrico a volte vile. Avverte spesso nausea provocata dell’odore dei cibi, sete intensa di piccole quantità di bevande calde. Ha avversione per i cibi grassi, la carne e i dolciumi, manifesta il desiderio di pane e latte.

PHOSPHORUS

Il bambino Phosphorus si manifesta come pauroso e emotivo; attivo ma spesso  affaticato fino alla spossatezza.

Ha dolori gastrici brucianti, facilità al sanguinamento intestinale e gengivale, senso di bruciore alla lingua. I dolori gastrici migliorano con le bevande fredde, spesso però vomitate. Possibili attacchi di bulimia: si alza la notte per mangiare.

  • Il bambino ansioso

ASA FOETIDA

Lo stato del bambino Asa Foetida muta velocemente tra riso e tristezza,  con descrizione esagerata e assai fantasiosa dei sintomi. “presentimenti funesti che sembrano salire dal ventre: flatus in cerebro.” (Hering) Bimbo spossato dopo il pasto con oppressione e pesantezza addominale accompagnate da fiato corto con calore in viso, pressione e polso piccolo irregolare. Stipsi ostinata con dolori spasmodici ed addome gonfio.

NUX MOSCHATA

Di carattere isterico, riso e pianto si susseguono a breve distanza. In seguito a stress psichico si manifestano disturbi gastrici oppure intestinali. Addome gonfio dopo i pasti o per la minima agitazione psichica, singhiozzo e meteorismo  accompagnato da rutti sonori. Sensazione di svenire durante la defecazione,  difficoltà ad espellere le feci anche se liquide.

ARGENTUM NITRICUM

Irrequieto, ansioso, frettoloso, agitato,  precipitoso, timore di eventi futuri, fobico.

Feci acquose espulse rumorosamente con flati e muco filamentoso maleodorante, Bisogno di evacuare prima di prove importanti. Meteorismo con dolori colici e stenocardie che  peggiorano di notte.

Share This