La legge di Bilancio 2020 salva i farmaci omeopatici

Vendita consentita per alcuni prodotti che rischiavano di sparire a causa di lungaggini burocratiche

I farmaci omeopatici per i quali entro giugno 2017 non era stata richiesta l’autorizzazione dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) potranno restare in commercio. Questo grazie a un provvedimento contenuto nella legge di Bilancio 2020 presentato dal ministro della Salute Roberto Speranza.
Omeoimprese, l’associazione di categoria che raggruppa le aziende del comparto, questa dichiarazione: «Finalmente abbiamo avviato il processo di regolarizzazione a 24 anni dalla direttiva europea che lo prevedeva».

Continua a leggere sul Corriere della Sera.

0 commenti

Share This