Il Parlamento Europeo apre alla medicina integrativa

È stato costituito un gruppo di interesse su medicina integrativa e salute. L'evento di lancio, rigorosamente online, si è svolto il 7 dicembre con oltre 700 partecipanti

Questo mese, all’interno del Parlamento Europeo, è stato costituito un gruppo di interesse su medicina integrativa e salute. L’evento di lancio, rigorosamente online, si è svolto il 7 dicembre con oltre 700 partecipanti. Ad organizzarlo, i deputati Sirpa Pietikäinen, Michèle Rivasi, Tilly Metz, Eleonora Evi e Margrete Auken.

Il Parlamento Europeo apre alla medicina integrativa

Il gruppo di interesse riunisce Membri del Parlamento Europeo (MEP) che lavorano per promuovere la medicina integrativa in tutte le politiche di salute pubblica del Parlamento europeo. Per medicina integrativa si intende la branca che combina biomedicina convenzionale e medicina complementare, si concentra sull’intera persona e considera gli individui nel loro contesto fisico, psicologico, spirituale, sociale e ambientale.

Un passo verso le richieste dei cittadini dell’UE

Questo approccio inclusivo viene incontro alla richiesta dei cittadini dell’UE, che più volte hanno mostrato di preferire un approccio olistico, incentrato sul paziente. La medicina integrativa ha un contributo significativo da dare alle sfide contemporanee della resistenza antimicrobica, la crescente prevalenza di malattie non trasmissibili, l’aumento dei costi sanitari e le conseguenze della pandemia Covid-19. Un cittadino dell’UE su due utilizza la medicina complementare insieme o in alternativa all’assistenza biomedica convenzionale. Questa forte domanda, però, non si riflette ancora nella politica o nell’offerta sanitaria dell’UE o dei singoli paesi membri.

Un evento a cui hanno partecipato molte personalità

L’evento di lancio ha visto la partecipazione di esperti del settore medico: Torkel Falkenberg, PhD BSc, ha presentato gli argomenti dell’evento, e la loro costante crescita nel settore sanitario; Thomas Breitkreuz ha presentato il Competence Network of Integrative Medicine nel Baden-Württemberg, introducendo le migliori pratiche di medicina integrativa nel trattamento dei malati di cancro; e Erik Baars, PhD MSc, ha parlato del trattamento non antibiotico delle infezioni e della lotta alla resistenza antimicrobica. L’ evento di lancio può essere visto online .

L’evento è stato organizzato da EUROCAM, a cui appartiene il segretariato del gruppo di interesse. EUROCAM unisce organizzazioni di pazienti, medici, veterinari e professionisti nel settore della medicina tradizionale, complementare e integrativa, comprendendo un ampio spettro di modalità CAM (Complementary and Alternative Medicine)

 

LEGGI ANCHE: La Baviera istituisce un dipartimento di Omeopatia

3 Commenti

  1. OTTIMO RISULTATO

  2. Finalmente! Mi auguro che davvero la medicina cominci ad interessarsi della persona malata e non solo della sua malattia!

  3. mi pare una ottima notizia
    Finalmente spazio ad una medicina più umana ed olistica

    rosi a coerezza

Share This