200 anni dell’Omeopatia in Italia: San Marino ricorda Delfico

Il filosofo ed economista teramano fu promotore della nascente branca medica
Tempo di lettura: 2 minuti

200 anni fa approdava l’Omeopatia in Italia. Fu merito dei medici omeopati al seguito delle truppe borboniche che dall’Austria giunsero nel Regno di Napoli. Per celebrare il bicentenario, a San Marino il 27 novembre, alle ore 15 al Teatro Titano, si terrà un convegno sulla figura di Melchiorre Delfico. filosofo ed economista teramano che trascorse parte della sua vita nella Repubblica di San Marino. A Delfico si deve infatti l’iniziativa per la traduzione in italiano delle opere di Hahnemann. Traduzione che fu poi demandata al socio Alberto De Schoemberg.

Divenne poi “Annemaniano di cuore” al punto da affidare il nipote Orazio Delfico alle cure omeopatiche. Lo stesso Delfico sarà  riferimento per  Francesco Romani, caposcuola dell’Omeopatia a Napoli, e per molti altri medici alla branca omeopatica, tra i quali l’umbro Francesco Talianini e il toscano Vincenzo Belluomini, tra i primi a praticare l’omeopatia in Gran Bretagna. L’evento del 27 non intende discutere sulla terapia, ma ricordare un evento storico che ha avuto rilevanza mondiale.

Il convegno si svolge sotto il patrocinio delle Segreterie di Stato alla Cultura e all’Informazione e vedrà l’intervento del Segretario di Stato Andrea Belluzzi.

In programma tra le relazioni, segnaliamo le più importanti:

Francesco Marino (Vice Presidente FIAMO – Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati), sul tema: “Lo sviluppo dell’omeopatia in Italia”;

Francesco Negro (Endocrinologo e Omeopata, già docente Università degli Studi dell’Aquila, titolare del Museo dell’Omeopatia di Roma), che illustrerà “I Rapporti di Samuel Hahnemann in Italia”;

Sandro Galantini (Storico e Scrittore), che tratterà il tema: “Melchiorre Delfico e l’omeopatia”;

Rosemarie Stacchini (Dirigente Ufficio Filatelico e Numismatico di San Marino), che presenterà il francobollo emesso in occasione del bicentenario dell’omeopatia;

Uno dei tre francobolli che San Marino ha dedicato all’Omeopatia

 

Paolo Negro (Chirurgo, già Ordinario di Chirurgia Università “La Sapienza”),che disserterà sulla: “Filatelia Omeopatica nel mondo”.

Nell’occasione verrà proiettato un filmato esclusivo, che documenta la cerimonia di inaugurazione del monumento dedicato da San Marino a Melchiorre Delfico, il primo settembre 1935.

L’omeopatia è attualmente usata da oltre 600 milioni di persone in più di 100 paesi (Fonte OMS). In Europa oltre 120 milioni di persone la utilizzano e 50 mila medici omeopati la esercitano (fonte ECHAMP). In Italia 4 mila medici la praticano con regolarità.

Nell’occasione sarà presentato anche il francobollo che l’Ufficio Filatelico e Numismatico ha dedicato al bicentenario.

 

Share This