Tempo di lettura: 2 minuti

Pensiamo a Gelsemium quando il disturbo principale del paziente è la debolezza o quando il problema fondamentale si accompagna a debolezza. Questa debolezza può essere vista a tutti i livelli — mentale, emozionale, fisico. Quasi tutte le condizioni fisiche che rispondono a Gelsemium possono essere disegnate su questa debolezza che pervade ogni aspetto. In casi avanzati la debolezza si estende alla paresi e persino alla paralisi. Gelsemium è un rimedio a cui pensiamo in casi neurologici che portano a paralisi graduale.

A livello emozionale questa debolezza viene espressa come codardia o incapacità ad affrontare qualsiasi sfida. Nei nostri testi vediamo spesso descritto l’uso di Gelsemium per contrastare la codardia sul campo di battaglia; se tutto va bene nessuno di noi si troverà a dover usare nuovamente Gelsemium per questo effetto. Comunque questo è un modo utile per ricordare il rimedio. Prima della battaglia (o qualsiasi sfida importante) si presentano tutti i tipi di reazioni o disfunzioni del sistema vegetativo tremore, debolezza, diarrea, bisogno di urinare.

In un senso più mondano, si può dire che Gelsemium è il rimedio principale per la paura da palcoscenico, sia in caso di disturbo acuto che cronico. Il paziente ha una sensazione di debolezza e inabilità che lo paralizza quando deve affrontare qualsiasi prova. Gelsemium è incredibilmente efficace nell’alleviare l’ansia grave che spesso si prova prima di esami, colloqui di lavoro ed esibizioni in pubblico.

A livello mentale vediamo debolezza, smemoratezza e lentezza del pensiero. Può esserci avversione per il lavoro mentale, il paziente sente che non riesce a fare il minimo sforzo per pensare. Il paziente può mostrare tutti i segni della debolezza e dell’affaticamento crollare sulla sedia, flaccidità delle estremità e una ptosi molto caratteristica delle palpebre. In casi più seri, cronici, il paziente Gelsemium raramente è capace di portare avanti una vita attiva o anche di mantenere un lavoro.

Tratto da: Manuale Guida ai Sintomi Chiave e di Conferma – Roger Morrison- Trad.
Bruno Galeazzi – Bruno Galeazzi Editore