Dott. Carlo Gianchino

Olio di Semi di Lino

Tempo di lettura: 2 minuti

Di origine antiche, l’olio di semi di lino viene estratto dai semi di Linum usitatissimum, una pianta della famiglia delle Linacee. Questa pianta erbacea annuale è caratterizzata dalla presenza di grandi fiori dal colore azzurro-cielo. Come si evince dal nome, nel corso dei secoli questa pianta è stata impiegata in diversi ambiti: da quello tessile, a quello edilizio e alimentare. Una delle parti più preziose della pianta è rappresentata dai semi che possono essere utilizzati sia interi, sia macinati a pietra per ottenerne la farina o ancora tostati o essiccati per estrarne l’olio. L’olio di semi di lino è ricco di acidi grassi polinsaturi essenziali, tra cui l’acido alfa-linoleinco (ALA), precursore degli Omega 3 e l’acido linoleico (LA), precursore degli Omega 6, ma anche di acidi grassi monoinsaturi come l’acido oleico. Contiene inoltre lecitina,vitamina E,  lignani, numerosi sali minerali (magnesio, calcio, potassio, ecc..), mucillagini e fibre alimentari.

Quali sono le sue proprietà principali?

  •  Protezione cuore e apparato circolatorio

Gli Omega 3 e gli omega 6 presenti all’interno hanno funzioni cardioprotrettive e vasoprotettive. Riducono i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e quelli dei trigliceridi, mantenendo le arterie pulite e riequilibrando la pressione.

  •  Azione su cervello e sistema nervoso

L’azione sinergica di  lecitina, vitamina E e acidi grassi essenziali contenuti all’interno è molto utile per il funzionamento del sistema nervoso e del cervello. Queste componenti  migliorano la memoria, la capacità di concentrazione e svolgono un’attività protettiva dalle malattie neurodegenerative.

  •  Azione su stomaco e intestino

L’utilizzo dell’olio di semi di lino genera anche vantaggi a livello gastro-intestinale. I lignani presenti hanno un’azione lenitiva sulle mucose dello stomaco;  inoltre consentono di migliorare la funzione intestinale , di normalizzare la peristalsi e di esercitare un’azione protettiva nei confronti della mucosa intestinale. Le mucillagini esercitano un’azione lassativa dell’intestino e lo liberano da scorie senza irritarlo.

  •  Azione antiossidante, antinfiammatoria

La lecitina e la vitamina E, oltre a svolgere un’azione antiossidante, hanno anche l’importante funzione di stimolare il sistema immunitario e esplicano una notevole attività antinfiammatoria.

Come assumerlo e utilizzarlo.

L’olio di lino non tollera il calore e va consumato preferibilmente a crudo. Può essere utilizzato come condimento per le pietanze e può essere anche abbinato all’olio di oliva. In alternativa, visto il retrogusto amarognolo, può essere assunto prima dei pasti o a digiuno come integratore. Generalmente se ne consiglia una dose pari a un cucchiaio al giorno (1,5 grammi al giorno) ed è bene non superarla, anche per l’elevato contenuto calorico.

 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Share This