Dott. Stefano Manera - Tempo di lettura 3 min.

Curare è meglio che sopprimere

Sono sempre di più i bambini che vengono alla mia osservazione (e immagino a quella dei miei colleghi) affetti da malattie cronicizzate, con uno stato di salute davvero compromesso e caratterizzato da continue malattie: febbri prostranti, tonsilliti, otiti, bronchiti, allergie e molto altro, anche più grave. I pediatri non fanno altro che prescrivere antibiotici, cortisone, antistaminici e broncodilatatori, ma questi bambini non guariscono, anzi, si ammalano sempre più di continuo e sempre più in profondità.

Un concetto fondamentale per la salute dei nostri bambini e che dobbiamo imprimere a caratteri cubitali nella testa è il seguente:

Nei primi 3 mesi di vita impostiamo l’anno e nei primi 3 anni impostiamo la vita

Già qui mi sembra di aver detto tutto e potrei fermarmi, ma mi piace approfondire questo pensiero introducendo la visione vitalista della Medicina e dell’Uomo. La medicina è Arte taumaturgica e secondo la visione vitalista, l’Uomo è un sistema integrato in cui ogni sua parte opera costantemente in relazione e in armonia grazie all’azione di un principio unificante che coordina il tutto: la Forza Vitale. Il vero significato della malattia si può comprendere solo recuperando il principio di unità che governa e coordina il nostro essere. La visione vitalista ci permette di comprendere infine la vera natura delle malattie e quindi di coglierne il reale significato e il ruolo che esse hanno nella vita di ogni uomo.

Le malattie sono sempre reazioni di difesa della Forza Vitale che le utilizza per indebolire la forza di un male più profondo e interno, presente nelle nostre radici individuali.
Secondo Thomas Pablo Paschero, maestro dell’Omeopatia, la malattia è un mezzo per ristabilire un equilibrio perduto attraverso gli emuntori o le lesioni patologiche, poiché la Forza Vitale è sempre rivolta alla conservazione della vita.
Tutto ciò che è vivo, per sua natura, si espande attraverso un movimento centrifugo e la Forza Vitale opererà sempre seguendo la Legge Universale di Guarigione della Natura.

Le malattie non vanno soppresse, ma vanno guarite! La soppressione genera sempre intossicazione e un accumulo di tossine genererà un quadro di acidosi, quindi di infiammazione e di conseguenza di malattia cronica.
Guarire le malattie significa conoscerle e condurle, attraverso la pratica dell’Arte taumaturgica, alla loro espressione e, quindi, alla liberazione delle radici profonde.

“Nei primi 3 mesi di vita impostiamo l’anno e nei primi 3 anni impostiamo la vita”.
Ricordiamo sempre questa frase, imprimiamola nelle nostre menti, perché è nei primi 3 anni che imposteremo le fondamenta della vita in benessere dei nostri figli.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This