Redazione

L’Omeopatia nel trattamento della psoriasi

Perché agire sulla radice della malattia può portare miglioramenti anche nei casi più difficili
8 Marzo, 2023
Tempo di lettura: 2 minuti

Chi soffre di psoriasi sa bene quanto questa malattia della pelle possa essere invalidante, sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico. Eruzioni cutanee, desquamazione e prurito possono aggredire vaste aree del corpo. Questa condizione della pelle è cronica, con riacutizzazioni che si verificano frequentemente, e può ripresentarsi anche dopo essersi attenuata per un po’ di tempo. Spesso, soprattutto nelle forme più aggressive, la medicina non sa che pesci prendere e propone trattamenti che puntano ad attenuare i sintomi senza offrire reali soluzioni di lungo periodo. In questi casi l’Omeopatia può essere di notevole aiuto, puntando invece alla risoluzione della causa che ha generato la psoriasi e a offrire trattamenti personalizzati.

L’Omeopatia nel trattamento della psoriasi

Secondo lo studio pubblicato sul Journal of Dermatological Science il (1 dicembre 2004), da Milstone, Leonard M, un individuo adulto medio perde circa 500 milioni di cellule di pelle ogni giorno. Il corpo umano ne ha circa 30 trilioni in totale, ovvero oltre 100.000 volte la quantità di cellule della pelle perse ogni giorno. Nei soggetti che soffrono di psoriasi, un “errore di programmazione” dei linfociti C fa sì che la normale reazione immunitaria si rivolga verso queste cellule cutanee, causandone una riproduzione e una perdita accelerata. Un articolo pubblicato su PubMed Central, rivista del National Center for Biotechnology Information (NCBI), afferma che “Il fattore di ereditabilità per la psoriasi è stimato tra il 60 e il 90%”.

Quali tipi di psoriasi esistono?

Esistono diversi tipi di psoriasi: la psoriasi a placche comporta chiazze cutanee secche, pruriginose e sollevate ricoperte di squame. La psoriasi delle unghie colpisce le unghie delle mani e dei piedi. Quella guttata è principalmente il risultato di infezioni batteriche come lo streptococco. La psoriasi inversa colpisce principalmente le pieghe cutanee del bacino, dei glutei e del seno. La psoriasi eritrodermica, la forma meno comune di psoriasi, può coprire l’intero corpo con un’eruzione cutanea che può prudere o bruciare gravemente.

Perché l’Omeopatia può aiutarti

In questo contesto l’Omeopatia può essere un validissimo alleato. Secondo uno studio del pubblicato sul Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology (JEADV), i pazienti con psoriasi che hanno ricevuto un trattamento omeopatico hanno visto miglioramenti sostanziali nella qualità della vita e una riduzione dei sintomi anche nei casi in cui la medicina tradizionale si era rivelata inefficace. L’Omeopatia, del resto, segue un approccio olistico al trattamento che tratta l’intera persona del paziente, tanto sotto l’aspetto fisico che quello psicologico, arrivando alla causa principale del disturbo. Su queste pagine non possiamo offrirti soluzioni valide per tutte le stagioni: l’Omeopatia richiede trattamenti specifici cuciti sulla singola persona. Se soffri di psoriasi consultati con il tuo medico omeopata, lui saprà indirizzarti per il meglio.

LEGGI ANCHE: Psoriasi e psora

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Share This