Omeopatia e squilibri ormonali

La medicina della persona può aiutarti a stare meglio senza rischiare pesanti effetti collaterali
1 Dicembre, 2022
Tempo di lettura: 2 minuti

Gli ormoni svolgono un ruolo importante nella nostra salute. Agiscono come messaggeri chimici che trasportano informazioni specifiche dalle ghiandole endocrine agli organi terminali bersaglio, aiutando in questo modo a mantenere la salute e l’armonia nel corpo. Senza di loro, la vita come la conosciamo semplicemente non esisterebbe. Quando il loro funzionamento si inceppa, però, possono crearsi squilibri molto rischiosi, che possono anche condurre alla morte.

Omeopatia e squilibri ormonali

Ci sono circa 70 ormoni secreti da diverse ghiandole endocrine, che aiutano a regolare importanti funzioni del sistema umano. Tutte le ghiandole endocrine sono controllate dalla ghiandola pituitaria che si trova alla base del cervello. Proprio come il maestro d’orchestra controlla l’intera squadra di musicisti, la ghiandola pituitaria controlla le ghiandole endocrine. Le emozioni giocano un ruolo importante nell’influenzare gli ormoni e possono aumentare o diminuire la loro produzione. Quando una persona è esposta a circostanze stressanti, ad esempio, l’asse ipotalamo-ipofisi gastrico può attivarsi e la persona può soffrire di disturbi gastrici.

L’influenza della mente nello sviluppo degli squilibri ormonali

Allo stesso modo, quando lo stress stimola l’asse ipotalamo ipofisario ovarico, la persona può soffrire di disturbi ovarici. Ciò può provocare disfunzione ovarica e, a sua volta, può causare irregolarità nei cicli mestruali e portare a problemi di fertilità. L’elenco dei problemi può essere infinito, a seconda della sensibilità e dell’affinità della persona, il grado di sofferenza può variare da una semplice irregolarità nello svolgimento delle funzioni fino alla crescita eccessiva dell’organo.

Approccio allopatico e omeopatico

L’approccio allopatico alle disfunzioni ormonali consiste nel cercare di bilanciare l’effetto finale attraverso la somministrazione di terapie ormonali sostitutive in diverse combinazioni. Questo tipo di approccio può portare a benefici anche rapidi, ma espone il paziente al rischio di pesanti effetti collaterali, dal momento che quelli somministrati sono ormoni sintetici. In alcun modo si interviene invece sulla radice del problema, che quindi resta e comporta che la persona continuerà a soffrire del problema, potenzialmente per tutta la vita.

L’Omeopatia evita il rischio di pensanti effetti collaterali

L’Omeopatia, dal canto suo, punta a trattare le cause complesse del problema. Ci sono un buon numero di rimedi in Omeopatia che possono aiutare a bilanciare l’asse ipotalamo ipofisario a diversi livelli. L’Omeopatia può alleviare i diversi problemi a livello funzionale, ipo o iper funzionamento degli organi e la distruzione degli organi che possono essere innescati all’interno delle ghiandole endocrine. Tutto ciò non richiede alcuna somministrazione di ormoni esterni. In questo modo si evita di esporre il paziente ai rischi di effetti collaterali anche gravi. I farmaci omeopatici vengono somministrati in piccole dosi che sono necessarie solo per avviare la naturale capacità di guarigione del corpo umano. Una volta avviata la naturale capacità di guarigione del nostro sistema umano, non ha più bisogno di ulteriori stimoli sotto forma di alcuna medicina.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Share This