Dott. Ennio Menghi - Tempo di lettura 3 min.

Fare i conti con la paura

Quando un evento improvviso, inarrestabile, “globale“, arriva, nella nostra vita, come un’onda in piena , succede che il nostro vissuto viene stravolto comlpetamente; capita, cioè che la nostra vita di tutti i giorni fatta di “normalità”, subisca un improvviso quanto inaspettato scossone con la  comparsa delle emozioni più nascoste, con la manifestazione della parte più profonda dell’ anima, cioè di quella che è l’ESSENZA del nostro mondo interiore.

Tra i tanti sentimenti possibili, quello che sicuramente è più presente e che evidentemente abbiamo più sperimentato è La Paura: paura del contagio, paura per la salute dei propri cari, paura della solitudine, paura di perdere le proprie abitudini, paura di non avere più il proprio lavoro, paura di non avere più la libertà di un tempo, paura di non poter coltivare più i propri affetti, etc.

Tale condizione, tuttavia, alla lunga può provocare non poche problematiche nella nostra vita quotidiana.

Il persistere di questa sensazione, infatti, sottoforma di senso di inadeguatezza, di attesa in tensione, di sospettosità, di rabbia più o meno manifesta, di rancore, può determinare una compromissione, se non un deterioramento, dei nostri rapporti con l’ambiente che ci circonda ed, alla fine, con noi stessi.

Potrebbe, così, capitare che, in nome di un Giusto distanziamento sociale e di un Ovvio rispetto delle più comuni regole per non contagiarsi, la nostra vita “di prima” la vedremmo irrimediabilmente compromessa, senza speranza che un giorno possa tornare.

Come si può facilmente comprendere, quindi, il passaggio dalla paura alla fobia al panico è breve!

Ed allora, che fare? Premesso che, il fine ultimo è superare quanto prima tale emergenza, nel frattempo, mitigare, se non addirittura superare tale sensazione soggettiva di penosa angoscia è l’obiettivo che dobbiamo mettere in pratica .

Come?. Gli strumenti a disposizione della Medicina Naturale sono tanti e tutti validissimi:

Omeopatia : attraverso il vasto repertorio dei suoi rimedi, si può trovare quello più giusto alla propria condizione.

Agopuntura: è innegabile l’efficacia della Medicina Tradizionale Cinese nella cura delle più frequenti sindromi fobiche.

Fitoterapia: Le piante Medicinali rappresentano un valido strumento nel combattere numerosi sintomi da “stress”

Alimentazione: una nutrizione sana, bilanciata, modulata su ogni singolo individuo, può apportare dei sicuri benefici all’equilibrio psico-fisico di ogni individuo.

Per cui, senza aspettare, non ci resta che…provare!

Dal blog del dott. Ennio Menghi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This