Redazione

CNN Brasil mostra i benefici di Omeopatia e Medicina integrativa

L'emittente ha trattato l'argomento in un servizio dello scorso ottobre
Tempo di lettura: 2 minuti

Capita che anche la più istituzionale delle emittenti, la CNN, dia all’Omeopatia ciò che è dell’Omeopatia. Certo, è raro, ma ogni tanto succede. È il caso di questo servizio in cui CNN Brasil mostra i benefici di Omeopatia e Medicina integrativa. La divisione sudamericana del noto network statunitense ha affrontato l’argomento nel corso di una puntata di CNN Vital Signs. Non solo Omeopatia, per giunta, ma anche reiki, meditazione, yoga e altre pratiche provenienti dalla medicina tradizionale orientale.

CNN Brasil mostra i benefici di Omeopatia e Medicina integrativa

In apertura del video (purtroppo non tradotto in italiano) la dott.ssa Denise Tiemi, coordinatrice del Programma post-laurea per la salute e il benessere integrativi presso l’Ospedale Albert Einstein a San Paolo, spiega come la medicina integrativa sia un approccio che si concentra sulla partnership tra il professionista della salute e il paziente. “È basata sule evidenze e fa uso di pratiche integrative, come le ben note pratiche che legano mente e corpo: meditazione e yoga, agopuntura e prodotti naturali, integratori, medicine a base di erbe”, dice.

In Brasile l’Omeopatia è ufficialmente riconosciuta dal sistema sanitario

Dal 2006 il Sistema Sanitario Unificato (SUS) in Brasile ha dato riconoscimento ufficiale alla Politica Nazionale sulle Pratiche Integrative e Complementari, che oggi comprende 29 attività curative. Il vicepresidente del Consiglio federale di medicina (CFM), Donizetti Giamberardino, ribadisce però che solo l’agopuntura e l’ Omeopatia sono riconosciute come specialità mediche. Per lui, comunque, anche nella medicina tradizionale sono ben accetti trattamenti complementari che non rappresentino un rischio per il paziente.

“Prendiamoci cura della parte più misteriosa di noi”

“È importante che l’assistenza integrativa sia presente all’interno degli ospedali. Ma è importante che queste pratiche siano in qualche modo sempre presenti nella vita delle persone. Prendersi cura del sottile, prendersi cura del mistero, prendersi cura di ciò a cui non siamo abituati, passa un po’ attraverso questi temi. Ed è qui che entra in gioco anche la spiritualità”. A parlare è Plínio Cutait, maestro di reiki e coordinatore del Centro di assistenza integrativa presso l’Ospedale Sírio-Libanês, a San Paolo.

Non solo Omeopatia: le altre pratiche della medicina integrata

Per lo psichiatra Paulo Bloise, uno dei pionieri della mindfulness in Brasile, la pratica della “mindfulness” significa concentrarsi su ciò che sta accadendo nel momento presente, sia attraverso l’osservazione dei pensieri e delle emozioni che attraverso l’osservazione dell’ambiente. “Chi si occupa di salute si rende conto che l’essere umano è multidimensionale. La parola che usiamo di più in un corso di mindfulness è gentilezza. Si può considerare che chi la pratica sappia cosa sta facendo mentre lo fa”, spiega.

Parla un cardiologo

Nel programma, il cardiologo Roberto Kalil confessa la propria difficoltà nel meditare e chiede consigli affinché le persone possano includere questa attività nella loro vita quotidiana. “La medicina integrativa non sostituisce la medicina tradizionale, ma è un ottimo alleato per curare non solo la malattia ma anche l’individuo. Oggi sappiamo che il trattamento va ben oltre una malattia. Dobbiamo curare l’essere umano, fisico e mentale. Trattare il corpo e l’anima”, ha affermato.

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE: CNN Sinais Vitais mostra os benefícios para a saúde da medicina integrativa

LEGGI ANCHE: Il Parlamento Europeo apre alla medicina integrativa

 

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.