Lucille - Tempo di lettura 10 min.

Spirito dei Tempi: Tempo senza Tempo (primo movimento)

Tempo di lettura: 6 minuti

Di fronte alla domanda reiterata sul “perché sia così difficile per la Medicina Ufficiale, per la società e per gli stessi pazienti accettare l’Omeopatia”, desidero fare con voi una serie di riflessioni semplici.

Evidentemente la forza che crea maggiori ostacoli sta in ciò che si intende per “Spirito dei Tempi”, cioè il modo di pensare, essere, sentire e agire la vita e l’attualità, secondo l’aria che tira. Quel momento storico che riconosciamo come l’oggi della nostra vita quotidiana è la conseguenza immediata di ciò che fu ieri e, naturalmente, delle forti determinazioni culturali. In un modo poco consapevole, noi esseri umani ci muoviamo secondo l’influenza di ciò che ci circonda: dalla famiglia, alla scuola, al quartiere, secondo i movimenti commerciali, politici e persino secondo i pensieri dominanti dell’epoca. L’intreccio di tutte queste cose produce inoltre una forza silenziosa e pericolosissima che si chiama inerzia e adattamento, un aspetto che ha il suo peso nell’istinto di conservazione e che si caratterizza attraverso la famosa resistenza al cambiamento o, detto in un altro modo, dalla paura dello sconosciuto. Non a caso è stato coniato il famoso detto meglio male ma conosciuto, che buono ma da conoscere, che viene considerata una forma di prudenza.

L’Omeopatia – dal punto di vista della conoscenza che apre sull’uomo, del metodo clinico, sperimentale e terapeutico (ossia tutto ciò che deve far parte dell’aggettivo scientifico) – rappresenta la grande rivoluzione della Medicina, tanto che ha dimostrato e situato – lo può dire solo chi la conosce – i fondamenti del nuovo paradigma di ciò che sarà poi per molto tempo la Medicina del Futuro. Fondamento solido per tutte le Medicine Vibrazionali e non, e fondamento solido che, prima dell’apparizione della Fisica Quantistica, determina il nuovo modo di procedere terapeutico, in termini originalmente quantistici; in questo modo, il suo scopritore, Samuel Hahnemann manifestò la sua geniale anticipazione rispetto ai tempi di lì a venire.

Se qualcuno/a mi chiedesse perché, lo sintetizzerei in dieci affermazioni dette in linguaggio scientifico e dieci espresse in forma popolare:

 

-1- Crea una ridefinizione della scienza medica, a partire dalla presa di coscienza delle anomalie che fino a quel momento hanno impedito di soddisfare le necessità di conoscenza efficace di risposta alla realtà di quella stessa scienza. Vale a dire, nel nostro caso, la realtà totale dell’Uomo malato considerando ciò che è: una Persona indivisibile.  La ridefinizione passa attraverso una revisione, non solo dall’ottica della Medicina Convenzionale dominante, chiaramente assoggettata a una visione fisiologico-meccanicista che, come tale, considera l’Uomo come una macchina che funziona e deve funzionare come tale, come se fosse sufficiente cambiarle i pezzi difettosi, o revisionarla una volta l’anno, ma anche rivedendola dal principio in tutto ciò che è stato l’enorme pozzo di conoscenza fino ad Hahnemann.

-2-  Affronta la crisi della scienza medica riprendendo le caratteristiche che dovrebbe avere. Basta leggere il paragrafo 2 dell’opera fondamentale di Samuel Hahnemann, scopritore dell’Omeopatia: Organon dell’arte di Curare

“ La perfettibilità dell’arte consiste nel ristabilire la salute in maniera rapida, soave e permanente, separando e distruggendo totalmente la malattia, nel modo meno lesivo e per il cammino più breve e sicuro, guidati e in virtù di induzioni facili da comprendere”.

-3- Scopre e dimostra Principi, Leggi, Costanti Universali, Teorie, Metodo, Regole o Norme e la loro applicazione e strumentale. Da tutto ciò nasce un nuovo criterio per leggere il problema fondamentale: l’essere umano nella sua salute, sofferenza e restituzione, che viene consolidato attraverso la Dottrina e Metodologia omeopatica nata della Sperimentazione sull’uomo sano.

-4- Mette alla prova le credenze tradizionali e mette alla prova se stessa, con il risultato di presentare una dottrina e un metodo articolati e dimostrati. Un Logos della Medicina che modifica i fondamenti del passato.

-5- Spiega meglio le precedenti letture dei fatti relative alla persona malata e alla malattia, alla salute e alla cura della Persona e della sua sofferenza.

-6- Esamina con maggior dettaglio, in profondità, i fatti della malattia e articola meglio la teoria dei fatti e l’informazione dell’organismo, attraverso la malattia stessa.

-7- Produce sintesi più ampie, soddisfacendo le necessità e l’inquietudine scientifica, dando una nuova e rigorosa visione del campo di ricerca: la Persona in salute e in malattia.

-8- Ripete gli esempi e le esperienze, presentando esperimenti cruciali e argomenti nuovi, dimostrando  maggior esito rispetto a quel che fino ad allora era conosciuto, come in tutta la Farmacodinamica che appare per la prima volta nel mondo attraverso la Sperimentazione sull’ Uomo Sano.

-9- È capace di stabilire tutti gli elementi scientifici necessari per dimostrare meglio la natura della malattia dell’essere vivente e la cura efficace, secondo un grado di certezza comparabile.

-10- È capace di determinare la miglior forma di applicazione ai diversi fenomeni di sofferenza dell’essere umano malato, classificando, riformulando, cambiando le regole precedenti, creando nuove soluzioni ed eliminando ambiguità. Ha cioè aperto nuovi territori, introducendo Ordine.

 

Tutto ciò si traduce in qualcosa di concreto per il paziente: l’Omeopatia che

-1- risolve il dolore del corpo, sanando la causa;

-2- elimina il dolore dell’anima trasformando il blocco in capacità di risoluzione;

-3- restituisce il funzionamento  originale che appartiene al paziente, alla sua vita e il suo senso individuale;

-4- corregge, stimola e potenzia il Sistema Immunitario e il Principio Vitale di Conservazione e Compimento;

-5- aumenta la resistenza e la forza psico-fisica e diminuendo la vulnerabilità;

-6- agisce sempre sulla totalità dell’individuo attivando un’autentica protezione e vaccinazione vitale;

-7- modifica la predisposizione ereditaria patologica e crea una vera prevenzione della salute;

-8- ogni Simillimum crea un salto di coscienza spontaneo e contribuisce alla formazione della Persona;

-9- libera dalla cronicità in modo permanente e progressivo, recuperando la salute che appartiene all’oggi.

-10- Cura! Restituendo integralmente la salute individuale possibile, rispettando la natura, la missione e il destino di ogni essere umano.

Essendo tutto ciò vero e dimostrabile, si comprende perché la si considera un’autentica rivoluzione!

Mettiamo in evidenza tutto questo con un esempio.

Mi chiamano urgentemente perché Meritxel, di 52 anni, si trova completamente bloccata con dolori insopportabili al collo e alle spalle. Hanno dovuto chiamare l’ambulanza perché d’un tratto non si poteva piu’ muovere ed urlava disperata.  Dopo gli accertamenti nell’ospedale, le hanno detto che aveva schiacciate due vertebre del collo, la C3 e la C4 ed inoltre presentava una forte osteoporosi. Una situazione grave e molto pericolosa, al dire dei colleghi che l’avevano visitata. Naturalmente le hanno dato analgesici e spasmolitici ma il dolore non cessava e le s’irradiava lungo le braccia e la schiena. Era insopportabile e dopo due giorni le aggiunsero il cortisone. Ma continuava ad essere insopportabile. A quel punto, disperati, mi hanno chiamato.

Nonostante l’inevitabile assunzione di farmaci che le somministravano nell’ospedale includendo la morfina, lei non aveva alcun vero miglioramento. Dunque, applicai  rigorosamente la dottrina e tecnica omeopatica. Presi in considerazione tutto quanto era predominante (P) straordinario (S) peculiare (PC) e/o singolare (SG).

(P) Dolori lancinanti, come scosse brucianti, conseguenti ad un brusco schiacciamento delle vertebre, cervicali  C3-4., (S) Improvviso ma persistente peggioramento con il minimo movimento; (PC) Seguendo la traiettoria dei nervi delle braccia, del cranio e delle spalle. Cioè irradiante (PC) (S) (P) peggioramento con minimo movimento

Il rimedio URGENTE…..HYPERICUM, grandioso e ben noto, sperimentato nel caso di conseguenze di traumatismi con schiacciamenti in zone ricche di tessuti nervosi e strappi importanti.

Hypericum 30ch 3 gr ogni 3 ore… ed il “miracolo” accade!

-1- risolve il dolore del corpo, sanando la causa;

-2- elimina il dolore dell’anima trasformando il blocco in capacità di risoluzione;

-3- restituisce il funzionamento  originale che appartiene al paziente, la  sua vita e il suo senso individuale;

-4- corregge, stimola e potenzia il Sistema Immunitario e il Principio Vitale di Conservazione e Compimento;

-5- aumenta la resistenza e la forza psico-fisica e diminuendo la vulnerabilità;

-6- agisce sempre sulla totalità dell’individuo attivando un’autentica protezione e vaccinazione vitale;

-7- modifica la predisposizione ereditaria patologica e crea una vera prevenzione della salute;

-8- ogni “similimum” crea un salto di coscienza spontaneo e contribuisce alla formazione della Persona;

-9- libera della cronicità in modo permanente e progressivo, recuperando la salute che appartiene al oggi;

-10- Cura! Restituendo integralmente la salute individuale possibile, rispettando la natura, la missione e il destino di ogni essere umano.

La paziente inizia a sentire un miglioramento del dolore progressivo e veloce  fino a un 90%. Riesce a rilassarsi e dormire profondamente. Finalmente riposa! Non si sente angosciata come prima. Diventa più paziente e tollerante alla situazione.

Quattro giorni dopo, una volta stabilizzato il miglioramento, inizio a darle il nuovo rimedio scelto per la necessità del corpo: CALCIUM PHOSPHORICUM 30ch 3 gr 3 volte al giorno, per ristrutturare la lesione vertebrale. Sperimentato e conosciuto per la sua meravigliosa e veloce capacità di agire sulle suture e sinfisi idea, ed il consolidamento delle fratture.

 La paziente prende il rimedio per una settimana. E dopo una settimana torna a casa con un’ autonomia del 90%. A tal punto che bisogna frenarla perche’ si sente pronta per ricominciare il suo lavoro.

Il motivo della situazione che sembrava apparentemente un incidente, era un insieme di concomitanze importanti da considerare, per continuare la guarigione e fare una vera “medicina preventiva”:

1. La condizione del suo lavoro: la paziente è la responsabile della cucina e  sala da pranzo di un grande ristorante di sua proprietà. Lei è una donna forte e decisa. Quindi? Porta pile di 50 piatti, mette a posto sedie e tavoli e non si ferma un solo minuto dalle 7 del mattino fino a tarda sera.

 2. La patologia latente della sua struttura: Ha una grave osteoporosi.

 3. Il clima dove svolge la sua vita: Vive in una terra fredda e umida. Infatti ha gia’ avuto problemi di dolori muscolari. Più di una volta e’ rimasta bloccata  con dolori intollerabili alla schiena al minimo movimento  (guariti con Bryonia MK  nel momento acuto)

 4. La sua naturale mancanza di considerazione ai suoi problemi fisici: lei si sente forte e di conseguenza  non ha la minima cura di sé nonostante i forti dolori che frequentemente sente..

 5. L’ educazione ancestrale: il classico stoicismo spagnolo ed il rifiuto a lamentarsi, nonché a dare problemi a gli altri. Aggiungendo la tenacia, propria delle donne di paese abituate a lavorare fin da piccole.

 6. Il rifiuto a droghe e medicine non naturali: cosa che le fa tollerare i disturbi che non siano del tutto insopportabili.

Le mie conclusioni

-1- La considerazione di tutti questi aspetti viene fatta in modo completo nell’analisi del paziente quando lo si studia dal punto di vista della Clinica Integrale Omeopatica.

-2- L’approccio clinico omeopatico non trascurerà nessuno di questi aspetti, fisici, ereditari, igienici e morali, in modo che vi sia una reintergazione del corpo e dell’anima ed una rieducazione al vivere sano. Ovvero, indicare quella giusta e sufficiente “cura di sé”  che senza esagerazioni possa favorire la propria natura, rispettandola. Aiutare a cambiare la forma di pensare della paziente, che veda il giusto il necessario ed il possibile per non mettere a rischio un’altra volta la sua incolumita’.

-3- L’effetto efficace, benefico, insostituibile  e straordinario del Simillimum in ogni momento esistenziale della paziente che sta modificando progressivamente la sua struttura, la sua osteoporosi e la sua sensibilità al freddo e all’umidità, condizioni di vita  per lei inevitabili, assicurandole una vecchiaia migliore.

Senza dubbio una grande rivoluzione terapeutica!

 

LEGGI ANCHE:  Marylena: spettatrice della sua stessa vita

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Share This