Redazione

Staccarsi dalla rete dei social migliora il benessere psicologico e riduce l’ansia

Uno studio dell'Università di Bath ha testato gli effetti mentali dell'interruzione dell'uso di alcune piattaforme per una settimana
Tempo di lettura: 2 minuti

Oggi gran parte della popolazione utilizza almeno un social network. La maggior parte delle persone con uno smartphone accede ai propri profili su diverse di queste piattaforme. Tuttavia, un uso eccessivo può avere conseguenze negative e, secondo una ricerca, una pausa di una settimana può migliorare il benessere psicologico.

La ricerca è dell’Università di Bath, in Inghilterra, che ha chiesto ai partecipanti di smettere di usare i social network per una settimana. Durante questo periodo, gli scienziati hanno osservato miglioramenti significativi nel loro benessere, nella depressione e nell’ansia.

Per alcuni di questi soggetti, partecipare a questa ricerca ha significato liberare otto ore del proprio tempo nell’arco dell’intera settimana. È il tempo che solitamente trascorrono su piattaforme come Instagram, Facebook, Twitter e TikTok in quei sette giorni.

Per lo studio, i ricercatori hanno suddiviso in modo casuale 154 persone di età compresa tra i 18 e i 72 anni che utilizzavano quotidianamente i social media, in un gruppo di intervento, in cui è stato chiesto loro di smettere di utilizzare tutti i social media per una settimana, o in un gruppo di controllo, in cui potevano continuare a navigare normalmente. All’inizio dello studio sono stati rilevati i punteggi di base per ansia, depressione e benessere.

Molti degli effetti positivi già in una sola settimana

I partecipanti hanno dichiarato di che prima della ricerca trascorrevano in media otto ore alla settimana sui social. Una settimana dopo, i partecipanti a cui è stato chiesto di interremporne l’uso di queste piattaforme hanno registrato miglioramenti significativi in termini di benessere, depressione e ansia, rispetto a coloro che hanno continuato a usare i social media, suggerendo un beneficio già nel breve periodo.

Inoltre, i partecipanti a cui è stato chiesto di abbandonare i social media per una settimana hanno riferito che dopo l’esperienza fatta, di averli utilizzati per 21 minuti, rispetto alle otto ore del gruppo di controllo. Per verificare la veridicità delle loro storie, i ricercatori hanno utilizzato le statistiche sull’utilizzo dello schermo dello smartphone da parte di ogni partecipante.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista statunitense “Cyberpsychology, Behavior and Social Networking” e il ricercatore principale Jeff Lambert si è detto soddisfatto del risultato. “Sappiamo che l’uso dei social media è enorme e che ci sono crescenti preoccupazioni per i suoi effetti sulla salute mentale, quindi con questa ricerca volevamo vedere se il semplice fatto di chiedere alle persone di prendersi una settimana di pausa potesse portare a benefici per la salute mentale”.

“Molti dei partecipanti hanno riportato effetti positivi dall’allontanamento dai social media, con un miglioramento dell’umore e una riduzione dell’ansia in generale. Questo suggerisce che anche una breve pausa può avere un impatto positivo”, ha continuato Lambert.

In futuro, il team di ricerca intende utilizzare lo studio per scoprire se una pausa da queste piattaforme aiuta in egual misura gruppi di popolazione diversi, come i giovani o le persone con problemi di salute fisica e mentale.

Il gruppo vuole anche seguire queste persone per più di una settimana per vedere se i benefici a breve termine si estendono nel tempo.

Da: La Sexta

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.