Redazione

Yoga facciale: un metodo naturale per migliorare la tonicità del volto

Lo yoga facciale funziona davvero? La risposta breve è sì, ma ci sono delle condizioni da rispettare, la prima delle quali è l'impegno
15 Gennaio, 2024
Tempo di lettura: 3 minuti

Se vi dicessimo che potreste ottenere tutti i benefici di un lifting facciale senza mai sottoporvi a un intervento chirurgico, ci credereste? Può sembrare troppo bello per essere vero, eppure ripetere movimenti specifici può davvero migliorare la circolazione e sollevare e tonificare la pelle del volto. Proprio come qualsiasi altro programma di fitness, allenare i muscoli del viso può portare a un miglioramento del tono e della qualità dei tessuti.

Lo yoga facciale funziona?

Lo yoga facciale funziona davvero? La risposta breve è sì, ma ci sono delle condizioni da rispettare, la prima delle quali è l’impegno che intendiamo metterci. Il processo di invecchiamento del viso è in parte dovuto alla perdita di tonicità muscolare. L’esercizio costante può rafforzare questi muscoli, conferendo all’intero viso un aspetto più tonico e giovane. Secondo alcune prove, i tester che hanno effettuato esercizi facciali per 30 minuti al giorno per due mesi, poi a giorni alterni per tre mesi, hanno riportato un aumento di pienezza delle guance, che le ha fatte apparire più giovani e in salute.

La chiave del successo: impegno costante e frequenza degli esercizi

La chiave del successo nello yoga facciale è la coerenza. Tutti gli istruttori di questa disciplina consigliano di praticarla ogni giorno per ottenere risultati tangibili. Se si è disposti a dedicare almeno 30 minuti al giorno a una routine di bellezza per almeno cinque mesi, è possibile osservare un effetto ringiovanente lampante. È importante sottolineare che questi esercizi non sostituiscono in alcun modo i ben noti benefici delle cure anti-invecchiamento e la necessità di utilizzare protezioni solari.

Nei corsi di fitness facciale, come quelli tenuti da Hayashi, si impara a “risvegliare i muscoli addormentati nel viso” per migliorare il tono, poiché afferma che l’80% di essi è inattivo. Si lavora anche sul “rilassare i muscoli facciali, specialmente quelli sovra-lavorati che causano rughe“. Secondo Koko Hayashi, istruttrice di yoga facciale presso lo Skin Fit Gym di Los Angeles, per ottenere risultati concreti sono sufficienti cinque esercizi chiave di yoga facciale che, sebbene possano sembrare buffi inizialmente, promettono risultati eccezionali.

I benefici dello yoga facciale: Tonificazione, Levigatura e Riduzione dell’asimmetria

Gli esercizi di yoga facciale mirano a tonificare e sollevare i lineamenti, ad ammorbidire le linee del volto e persino a ridurne l’asimmetria. Alice York, istruttrice di yoga e meditazione, ha scoperto questa pratica nel 2015. Integrando lo yoga facciale con i massaggi, York ha notato un miglioramento nel sollevamento e nel tono della pelle dopo alcune settimane di pratica diligente. Uno studio condotto dalla Northwestern University nel 2018 ha confermato che le donne che hanno seguito esercizi di yoga facciale per 20 settimane sembravano fino a tre anni più giovani. Intervistata da Vogue, la dottoressa Lewis sottolinea anche il potenziale dello yoga facciale nel alleviare la tensione, fornendo un possibile beneficio per il mal di testa, e afferma che il rilassamento dei muscoli tesi può contribuire a creare un’espressione più calma e felice.

Il funzionamento dello Yoga facciale: allenamento per muscoli di viso e collo

Il focus dello yoga facciale è un allenamento mirato per i muscoli del viso e del collo, concentrato tipicamente su uno dei 57 muscoli facciali o gruppi muscolari alla volta. Secondo la dottoressa Lewis, dermatologa e istruttrice di yoga certificata, ripetendo regolarmente gli esercizi, è possibile notare un progressivo aumento della contrazione muscolare e un miglioramento del tono. Ciò avviene attraverso tre principali meccanismi: stimolazione dei muscoli per migliorarne il tono, aumento della circolazione e del flusso sanguigno per favorire la guarigione della pelle e riduzione dello sforzo e della tensione nei muscoli facciali soggetti a contrazioni durante situazioni stressanti. La chiave per il successo, sottolinea Lewis, è concentrarsi sul sollevamento e sull’espansione, evitando di strofinare o stringere eccessivamente il viso durante gli esercizi. Consiglia di dedicare almeno 20 minuti al giorno per sei settimane per iniziare a notare i benefici.

LEGGI ANCHE: Sintomi premonitori di arresto cardiaco: differenze tra uomini e donne

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Share This