Ipotesi “Chimera”: posso prendere Delta e Omicron contemporaneamente?

Secondo una nuova ricerca dell'Africa Health Research Institute, il contagio con la variante Omicron rende estremamente difficile un successivo contagio con la Delta
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il peggio, almeno, lo abbiamo evitato. L’avevano presentata come l’ipotesi “Chimera”, quella paventata dal Chief Medical Officer di Moderna: contagiarsi con Delta e Omicron contemporaneamente. E, potenzialmente, covare una variante ancora più potente, con le mutazioni più pericolose di entrambe. Secondo il dr. Paul Burton era un’ipotesi possibile, forse addirittura probabile. Ma un nuovo studio sembra escludere questa possibilità. Il contagio con Omicron, infatti, crea una potente risposta immunitaria contro Delta. E la rapida espansione dei casi di Omicron dovrebbe presto spazzare via la Delta definitivamente.

Ipotesi “Chimera”: posso prendere Delta e Omicron contemporaneamente?

Secondo un nuovo studio condotto dall’Africa Health Research Institute, Omicron crea una risposta immunizzante contro Delta. Gli scienziati hanno esaminato campioni di sangue 15 persone contagiate dalla nuova variante emersa in Sudafrica. Parte dei soggetti era vaccinato e parte non vaccinato. A distanza di due settimane dal contatto con Omicron, gli anticorpi contro il virus erano aumentati di 4 volte.

“Potremmo avere meno disagi nelle nostre vite”

Secondo il professor Alex Sigal, che ha guidato la ricerca dell’istituto scientifico: “Se Omicron si dimostrasse meno patogeno, allora questo potrebbe dimostrare che il corso della pandemia è cambiato: Omicron prenderà il sopravvento, almeno per ora, e potremmo avere meno disagi nelle nostre vite”. Omicron potrebbe, però, non essere unica causa di questo aumento degli anticorpi: vaccini o precedenti contatti con altre varianti del virus potrebbero avere a loro volta contribuito.

LEGGI ANCHE: Le varianti SARS-CoV-2 e il sistema immunitario: come aumentare la naturale resistenza alle infezioni

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Share This