Redazione

Una mostra perfetta per celebrare la Giornata mondiale della Terra

20 Aprile, 2022
Tempo di lettura: 2 minuti

Il 22 aprile è la Giornata mondiale della Terra, il giorno in cui si celebra l’ambiente e la salvaguardia del pianeta. Quale occasione migliore per visitare la mostra che si tiene a San Donato Milanese intitolata Connessioni: diritti, ambiente, conflitti. L’esposizione è in programma dal 9 aprile al 22 maggio 2022 presso Cascina Roma, il centro internazionale dedicato alla fotografia realizzato dal Comune di San Donato Milanese.

Una mostra perfetta per celebrare la Giornata mondiale della Terra

La mostra esplora le tematiche ambientali e della conservazione della specie, i diritti dei popoli indigeni all’autodeterminazione, i sogni dei bambini intrappolati in conflitti civili e infine il business degli armamenti. E lo fa attraverso gli scatti di quattro grandi fotografi internazionali che affrontano gli argomenti con tocchi e sensibilità diverse.

4 grandi fotografi internazionali

Ami Vitale ha documentato con il suo sguardo attento la stretta relazione di complicità che si crea tra gli esseri umani e gli animali. In Cina la fotografa ha seguito per anni la vita segreta dei panda. In Kenya ha raccontato gli sforzi di organizzazioni e comunità locali che si stanno battendo per salvaguardare elefanti e rinoceronti.

 

 

 

 

 

Vincent Tremeau documenta le speranze e i sogni delle bambine e delle ragazze intrappolate nelle molte crisi presenti nello scenario globale attuale. le donne ritratte si sono “travestite” per mostrarci chi vogliono essere da grandi, usando costumi e oggetti di scena recuperati dal contesto in cui vivono.

 

Ogni artista con il suo taglio e la sua sensibilità

Il fotografo argentino Pablo Ernesto Piovano ha documentato le battaglie del popolo mapuche del Sud America, in particolare in Argentina e CIle. Queste immagini raccontano le battaglie e la perseveranza di coloro che cercano di proteggere l’unico pianeta che abbiamo. Molti di loro conducono forti difese della “madre terra”, opponendosi a progetti estrattivi di diversi tipi: silvicoltura, estrazione mineraria, idroelettrica, compagnie petrolifere.

Nikita Teryoshin approfondisce il tema delle armi sotto un punto di vista innovativo, mostrandoci il dietro le quinte del business mondiale della difesa e il back office della guerra. Esattamente l’opposto di un campo di battaglia: un parco divertimenti per adulti di dimensioni esagerate con vino, finger food e armi luccicanti.

LEGGI ANCHE: In Canada il bagno nella foresta è una terapia riconosciuta

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Share This