Redazione - Tempo di lettura 3 min.

L’India e il benessere olistico: un viaggio per riunirsi alla Natura

Sempre più persone si recano in questo meraviglioso paese per ritrovare se stessi

L’India è una terra di antiche tradizioni e benessere olistico. Persone da tutto il mondo hanno sempre guardato al subcontinente indiano come luogo per un ricongiungimento tra il loro Io più intimo e l’universo circostante. E, da sempre, questa meravigliosa nazione ha saputo risolvere i loro dubbi e le loro angosce. Naturale che in un periodo così duro come quello pandemico, la gente abbia ancora una volta cercato in India un luogo dove potersi rifugiare e ritrovare salute e serenità. Anzi, non lo ha mai fatto tanto come in questo momento.

L’india e il benessere olistico: un viaggio per riunirsi alla natura

Omeopatia, Ayurveda, Yoga, Medicina tibetana. E, ovviamente, natura incontaminata. Sono questi gli ingredienti sui quali è costruita la fama indiana. Elementi in grado di portare un vero ringiovanimento al corpo e allo spirito. E che stanno portando un grande incremento nel numero di viaggiatori alla ricerca di servizi basati su tradizioni locali e risorse naturali. Il turismo del benessere è, nel 2021, un aspetto molto ricercato.

Omeopatia, ayurveda, yoga, medicina tibetana

Il Maharashtra è tra le mete di pellegrinaggio preferito da questi viaggiatori. Il turismo spirituale si concentra sulla ricerca di significati superiori, trascendenza e connessione con se stessi e l’universo. E il Maharashtra, con i suoi itinerari ricchi di storia, tradizione e magia, è il luogo migliore che il pianeta abbia da offrire. Visite a siti spirituali, storie di mitologia indiana, templi, centri di ricerca, visite agli ashram, paesaggi o ritiri e molto altro. Chi non rimarrebbe a bocca aperta davanti al maestoso spettacolo delle grotte di Ajanta?

L'India e il benessere olistico: un viaggio per riunirsi alla Natura

Le grotte di Ajanta del Maharashtra, India, sono monumenti scavati nella roccia databili al II secolo a.C. che contengono dipinti e sculture considerati pietre angolari dell’arte religiosa buddhista

 

Il turismo olistico si basa anche su trattamenti sanitari e curativi alternativi e complementari e terapie mirate a riequilibrare corpo, mente e spirito. Ciò comporta attività come lo yoga e la meditazione, visita ai centri Ayurveda; visita al giardino di piante medicinali, osservazione dello stile di vita delle aree tribali, cibo tradizionale sano, ricerca e molto altro. Luoghi storici come le grotte di Ajanta e gli antichi monasteri sono luoghi di culto del benessere perfetti.

Un viaggio spirituale, prima di tutto

Le comunità tribali hanno relazioni simbiotiche con la natura e seguono i modi di vita tradizionali che migliorano la salute e il benessere. Luoghi come Gadchiroli e Toranmal, territori in cui la popolazione tribale vive ancora in libertà i suoi spazi, offrono ai visitatori la possibilità di immergersi in un mondo altrove perduto.

L'India e il benessere olistico: un viaggio per riunirsi alla Natura

Le cascate della regione tribale di Toranmal

I viaggiatori in cerca di questo tipo di esperienze spesso sono ben informati. Rappresentano un segmento piccolo ma dedicato, che è felice di lasciar andare alcuni aspetti del viaggio quali comfort e rapidità di spostamento, per vivere vere esperienze olistiche o spirituali. Questa qualità è la vera ricchezza, non il “lusso” tradizionale. Stanno cercando l’autenticità e l’India sa come ripagarli.

L'India e il benessere olistico: un viaggio per riunirsi alla Natura

Una donna della tribù Panwa

 

 

 

 

 

 

LEGGI ANCHE: Commissione indiana Omeopatia: “Ayurveda decisiva nel contenimento del Covid”

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This