Dott. Italo Grassi

Gli incontri impossibili: Hahnemann e Nostradamus

Tempo di lettura: 2 minuti

Melanie, desiderosa di sapere come sarebbe stato il suo futuro con Hahnemann, convinse il medico tedesco a portarla da Nostradamus.

Il celebre indovino giaceva, pallido e assopito, su una poltrona. Melanie gli si rivolse con reverenza e, dopo avergli dato una borsa di monete d’oro, domandò: –  Maestro, io e mio marito siamo venuti per conoscere il nostro futuro.-

Nostradamus, lentamente, aprì gli occhi e volse lo sguardo confuso verso di loro. Vide Hahnemann. Gli sorrise teneramente. Con garbo afferrò la sua mano e la baciò. Il medico tedesco ritrasse la mano con sdegno e disse alla moglie: – Che cosa fa, questo idiota? Io sono un dottore e non una dama!- Ma Nostradamus non capì poiché, nel frattempo, si era riaddormentato.

Melanie toccò, più volte, la spalla del veggente. Nostradamus sussultò e riaprì gli occhi. Lentamente si alzò, a passi incerti si diresse verso un quadro appeso alla parete. Vi era raffigurata l’immagine di una donna. L’astrologo domandò all’immagine di ripetere la domanda.

Hahnemann: – Se, anziché ad una raffigurazione, parlasse a mia moglie, forse capirebbe meglio.- Nostradamus, confuso e smarrito si girò. Guardò Melanie e scoppiò a piangere. Si volse verso Hahnemann e iniziò a ridere. Poi si appoggiò alla parete e riprese a dormire.

Hahnemann: – Costui è completamente   rimbambito! – Melanie: – Maestro, siamo qua perché lei interpreti il nostro futuro. – Nostradamus sbarrò gli occhi, si bagnò le labbra secche con la lingua e disse con fatica, quasi i pensieri gli svanissero nella mente nel momento stesso in cui parlava:- La chiave delle interpretazioni sarà scoperta quando sarà giunto il momento di dissipare l’ignoranza.-

Hahnemann: – Che stupidaggini sta dicendo?- Nostradamus si portò le mani al ventre prominente e contrasse i muscoli del volto. Melanie: – Guarda, si sta concentrando. Adesso ci dirà le sue profezie.-  Hahnemann, storcendo il naso, si sventolò un fazzoletto davanti al viso: – Non ho mai sentito profezie più puzzolenti!-

Nostradamus, a fatica, con voce che sembrava venire dall’oltretomba mormorò: –

Il giovane leone il vecchio sormonterà

Nel campo bellico in singolar tenzone

Nella gabbia d’oro gli occhi perforerà

Due ferite in una, poi morire, morte crudele. 

Hahnemann: – Che filastrocca è mai questa? Rivoglio indietro i miei soldi.- 

Melanie: – Quando Nostradamus è in trance, dice quartine che devono essere interpretate.- 

Hahnemann: – Interpretate un corno. Questo idiota farnetica e dice solo parole senza senso. E’ stordito, distratto, confuso; è gonfio e pieno di flatulenze; per di più non si capisce niente di ciò che dice. – Poi, rivolto alla moglie, il medico tedesco ordinò:- Andiamocene via, qua perdiamo solo il nostro tempo.-

Nostradamus li guardò con odio. Prima che i due coniugi uscissero, gridò contro di loro: –

Dall’Oriente verrà il cuore Punico

A travagliare Adria e gli eredi/

Rotulei. Accompagnato dalla flotta Libica

Tremate Maltesi e vicine isole vuote. 

Melanie: – Dio mio, a cosa si riferirà?-

Hahnemann, scuotendo la testa, tornò verso l’indovino e disse: – Buon uomo, prenda della Nux moscata, vedrà che dopo starà meglio.-

Ma Nostradamus si era nuovamente addormentato.

 

#isupporthomeopathy

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Share This