DOTT. FRANCESCO E. NEGRO

Hahnemann chimico

Hahnemann chimico

I primi ricordi di chimica di Hahnemann sicuramente si devono far risalire al periodo di Meissen. L’alchimista Johann Friedrich Bottger (1682-1719) viene, nel 1700, tenuto prigioniero a Dresda ...
Anatomia del pensiero di Hahnemann

Anatomia del pensiero di Hahnemann

Lo studio del pensiero omeopatico non può essere appannaggio solo di uno storico che si limiterebbe a raccontare fatti e a elencare dati. Occorre l’esperienza del medico che verifica, nella ...
Hahnemann e Hufeland

Hahnemann e Hufeland

Christoph Wilhelm Hufeland (1762-1836) è figlio e nipote dei medici della corte di Weimar ai quali succederà, con lo stesso incarico. Viene chiamato alla cattedra di Patologia speciale e Terapia ...
Hahnemann vs. Paracelso

Hahnemann vs. Paracelso

Il colore e la forma di una pianta, come gli influssi astrologici, possono determinare una prescrizione terapeutica, secondo la teoria delle corrispondenze di Paracelso. La scienza evolve quando ...
Buon compleanno doktor Hahnemann

Buon compleanno doktor Hahnemann

Il Museo dell'Omeopatia di Piazza Navona Dirigo il Museo dell’Omeopatia dall’anno della sua inaugurazione nel 2013. Per l’ Hahnemann day è sempre stato aperto. I visitatori venivano accompagnati

DOTT. FRANCESCO E. NEGRO

Visita il sito della fondazione Negro

Francesco Eugenio Negro, Medico omeopatico ed endocrinologo, docente LUIMO e clinico di lunghissima esperienza. Oltre all’insegnamento e alla pratica dell’Omeopatia, il prof. Negro è stato anche docente di Agopuntura e autore di numerosi libri, tra i quali “L’Uomo come Opera d’Arte”, “Grandi a piccole dosi”, “Aspettando Ippocrate” e “Omeopatia in Giallo”. Ha coordinato l’importante raccolta, unica nel suo genere, Bibliografia della medicina omeopatica italiana dal 1822 al 1939. Ultimo scritto: Vivere come persona (Ed. Il Formichiere).

Il 17 giugno 2013, nella ricorrenza della nascita del padre Antonio, decano dei Medici omeopati italiani, ha fondato, insieme al fratello Paolo, il Museo dell’Omeopatia in piazza Navona a Roma. Il Museo conserva materiale di rilevante interesse storico tra cui Documenti e Memorabilia, la Collezione “Trousse e Case” (oltre cento esemplari dell’800 e primo ‘900), la Collezione “Filatelia e Omeopatia” e la collezione “Numismatica e Omeopatia” e oltre 5.000 tra volumi e riviste di tema omeopatico.

I suoi poliedrici interessi non si fermano a quanto detto, dal 2006 al 2012 ha organizzato con grande successo ogni anno la manifestazione “Omeopatia in Note”, dove ogni anno si sono alternate musiche di grandissimi musicisti e compositori, come Clara e Robert Schubert, Paganini, Chopin e il racconto del legame che questi grandi hanno avuto con l’Omeopatia durante la loro vita. Il 25 settembre del 2019, a Sorrento, ha avuto incarico dalla comunità omeopatica italiana di tenere l’opening lecture del 74°Congresso mondiale L.M.H.I.